SERINO.one

Serino

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Jump to navigationJump to search

 Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Serino (disambigua).

Serino
comune
Localizzazione
Stato Italia
Regione Campania
Provincia Avellino
Amministrazione
SindacoVito Pelosi (lista civica Serino bene comune) dal 6-6-2016
Territorio
Coordinate40°51′00″N 14°52′30″ECoordinate40°51′00″N 14°52′30″E (Mappa)
Altitudine416 m s.l.m.
Superficie52,5 km²
Abitanti6 615[1] (31-3-2022)
Densità126 ab./km²
Frazioni24 frazioni
Comuni confinantiAiello del SabatoCalvanico (SA), Giffoni Valle Piana (SA), MontellaSan Michele di SerinoSanta Lucia di SerinoSanto Stefano del SoleSolofraVolturara Irpina
Altre informazioni
Cod. postale83028
Prefisso0825
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT064099
Cod. catastaleI630
TargaAV
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Cl. climaticazona D, 1 909 GG[3]
Nome abitantiserinesi
Patronosan Francesco
Giorno festivo4 ottobre
Cartografia
Mappa di localizzazione: ItaliaSerino
Posizione del comune all’interno della provincia di Avellino
Sito istituzionale
Modifica dati su Wikidata · Manuale

Serino è un comune italiano di 6 615 abitanti della provincia di Avellino in Campania.

Indice

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Situato a un’altitudine media di 416 m s.l.m., Serino dista solo 64 chilometri da Napoli, 11 da Avellino e 25 da Salerno.

Il comune fa parte della Comunità montana Terminio-Cervialto.

È attraversato dai torrenti Vallone delle Barre e Ferrarese, che non superano i 2 km. Fa eccezione il fiume Sabato, lungo 50 km.

Sismologia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Terremoti in Irpinia.

Il territorio comunale di Serino è parte del distretto sismico dell’Irpinia. In occasione del terremoto del 1980 vi furono, nel solo comune di Serino, 10 morti, 33 feriti e 1060 senzatetto[4].

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Questa voce o sezione sull’argomento centri abitati della Campania non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti.Puoi migliorare questa voce aggiungendo citazioni da fonti attendibili secondo le linee guida sull’uso delle fonti.

Secondo Francesco Scandone, storico dei comuni dell’Irpinia, il nome di Serino ha antichissime origini e deriverebbe dall’antico osco “sarino” che vuol dire “chiaro”. L’appellativo veniva dato alle sorgenti d’acqua purissima che facevano singolare contrasto con il corso limaccioso del Sabato.

Filippo Masucci, altro storico di Serino, diverge da questa etimologia ritenendo che Serino sia da collegare all’aggettivo “sereno” con riferimento alla limpidezza del suo cielo. Ma è molto più probabile che il nome Serino derivi da “sierra” intendendo con questo termine (derivante dal latino “sero” cioè “chiudo, serro”) una chiostra, una chiusura, come quelle di Verteglia di Campolaspierto sulla strada che da Serino porta al monte Terminio (il monte prende il nome dal dio romano al quale era consacrato, perché faceva da confine, da termine tra due province dell’impero).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In epoca storica, le origini di Serino vanno ricercate nella misteriosa Sabatia ove abitava un popolo di origine sannitica “i sabatini” che, con ogni probabilità, verso la metà del secolo II a.c. trovarono rifugio nella zona ove attualmente sorge il centro urbano.[senza fonte]

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Accanto alla lingua italiana, nel territorio comunale di Serino è in uso il dialetto irpino.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Serino è, per superficie territoriale, uno dei comuni più estesi della provincia di Avellino, suddiviso in 24 frazioni: San Giuseppe, San Biagio, Strada, Grimaldi, San Sossio, Troiani, Guanni, Casancino, Rivottoli, San Gaetano, Fontanelle, Laurano, Sala, Doganavecchia, Raiano, San Giacomo, Ponte, Ferrari, Cretazzo, Pescarole, Stazione, Canale, Toppole e Ogliara[7].

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L’economia serinese è basata sulla trasformazione di prodotti alimentari e sulla filiera della nocciola e della castagna, con raccolta, trasformazione e distribuzione. Dagli inizi del XXI secolo la presenza di un insetto infestante (cinipide del castagno) ha però provocato una grave crisi del comparto castanicolo.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sindaci[modifica | modifica wikitesto]

PeriodoPrimo cittadinoPartitoCaricaNote
19931997Carlo Di DonatoDemocrazia CristianaSindaco
19972001Armando InginocentrodestraSindaco
20012005Armando InginocentroSindaco
20052006Pasquale TrocchiaCommissario straordinario
20062011Gaetano De FeocentrosinistraSindaco
20112016Gaetano De Feolista civicaSindaco
2016in caricaVito Pelosilista civica Serino bene comuneSindaco

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bilancio demografico anno 2022 (dati provvisori), su demo.istat.itISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato AAgenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall’url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Catalogue of strong earthquakes in Italy, su INGVURL consultato il 19 gennaio 2018 (archiviato dall’url originale il 7 gennaio 2018).
  5. ^ Classificazione sismica dei comuni italiani (XLSX), su Protezione CivileURL consultato il 13 gennaio 2018.
  6. ^ Statistiche I.Stat – ISTAT URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Località e Frazioni di Serino
  8. ^ città gemellate dal sito ufficiale, su baiamarecity.roURL consultato il 7 gennaio 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • De Simone, Chiara; De Biase, Ottaviano: Serino nella seconda Metà dell’800 (1860 – 1900). Serino 1991.
  • Filomeno Moscati: Storia di Serino [2002]
  • Filomeno Moscati: Storia di Serino – II edizione [2005]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN) 241908500 · GND (DE) 7639011-1 · WorldCat Identities (EN) viaf-241908500
 Portale Provincia di Avellino: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Provincia di Avellino

Categoria

[altre]

Menu di navigazione

Ricerca

Comunità

Strumenti

Stampa/esporta

In altri progetti

In altre lingue

Modifica collegamenti